I migliori film dedicati alle scommesse

febbre-da-cavalloQuando si parla di scommesse si entra in un mondo assolutamente particolare, che genera un interesse elevatissimo sia tra gli appassionati che tra gli amatori. Da sempre scommettere è un concetto associato al rischio e alla possibilità di cambiare vita (magari con una vittoria a cinque o sei zeri). Non potevano ovviamente mancare dei film dedicati al mondo delle scommesse e del gioco d’azzardo in generale, tra i quali segnaliamo il bellissimo “Rischio a due”.

Un film “capolavoro” dove Al Pacino interpreta Walter Abrams, un uomo di potere che nuota nel mondo delle scommesse sportive e ci si sente a proprio agio. Walter incontra Brandon Lang (interpretato da Matthew McConaughey), ex giocatore di football che è stato costretto ad un ritiro precoce a causa di un infortunio al ginocchio.

Brandon è accolto da Walter come e più di un figlio e i due, anche grazie alla elevata conoscenza che il primo ha del football, iniziano a scommettere, ad attirare clienti e a fare un bel po’ di grana. Le cose iniziano a girare storte quanto Brandon cerca di fare il passo più lungo della gamba e inizia a prendere il comando delle cose. A peggiorare la situazione una sospetta relazione tra lo stesso ex-campione di football e Toni, moglie di Walter.

Altro bellissimo film sul gioco d’azzardo è “Snatch – Lo strappo”, con Brad Pitt, Jason Statham e Vinnie Jones tra gli altri. Questo film britannico, diretto da Guy Ritchie, si incentra sulle avventure di Frankie, trafficante di diamanti e giocatore d’azzardo, che riesce a rubare un grosso diamante presso una banca di Anversa. Una volta a Londra, Frankie incontra Boris, ex-agente del KGB (i servizi segreti russi), che cerca di derubarlo con la scusa di una scommessa. Un bel film, le cui recensioni sono assolutamente positive.

Segnaliamo infine due bei film sulle corse di cavalli. Uno è “Febbre da cavallo” (1976) con Gigi Proietti e Enrico Montesano, uno dei più belli in assoluto. Vediamo tre amici che hanno la passione per l’ippica e cercano di far soldi per andare a scommettere a Tor di Valle. Peccato che i tre finiscano in tribunale dopo una tris vincente non giocata da Mandrake (Gigi Proietti).

Molto bello è anche “Felice e Vincente” (1989), in cui si vede un autista di taxi che ha l’hobby di registrare in segreto le conversazioni dei clienti. Un giorno scopre, per caso, circa delle scommesse clandestine sui cavalli che lo porteranno a vivere una giornata particolare e straordinaria (ricordate, se volete anche voi cimentarvi con le scommesse sui cavalli prima informatevi sui più importanti siti italiani di riferimento e scegliere sempre e solo bookmaker autorizzati).