Film sul diventare anziani

Il-curioso-caso-di-Benjamin-ButtonSuccederà a tutti prima o poi. E’ una cosa certa come le tasse: ci toccherà diventare anziani e solo allora scopriremo che l’invecchiamento non è la fine della vita, bensì un nuovo inizio alla scoperta di nuove cose da fare e nuovi interessi da coltivare. Diventare anziani ed andare in pensione apre a tante nuove opportunità, come quella di riuscire a dare più facilmente una mano a figli e nipoti per qualunque loro necessità, anche economica, magari prestando un po’ di quel denaro che nel corso degli anni ci si è messi da parte oppure chiedendo dei prestiti a condizioni assolutamente vantaggiose presso società di finanziamento come tuttopensionati.com , specializzate nella concessione di prestiti per pensionati.

Di tutte le cose, però, una di quelle che non si impara mai con l’età è trovare il modo di affrontare ciò che è avanti a noi.

Anche i film, spesso fonte di ispirazione, non ci aiutano tanto perché solo raramente essi si avventurano nel regno dell’invecchiamento dato che di solito si preferisce vedere sugli schermi persone giovani, piene di vita e di forza. Eppure, quando qualche regista ha il coraggio di affrontare il tema, i risultati possono essere sorprendenti, come nel film “Il curioso caso di Benjamin Button”, che ci pone di fronte ad una delle cose di cui si ha più paura mentre si invecchia: la perdita delle persone più care, degli amici e della famiglia. Immaginate cosa potrebbe succedere ad un uomo se le cose per lui dovessero invece invertirsi: tutti invecchiano mentre egli torna sempre più giovane. Ecco la premessa di questo bellissimo film di David Fincher, con Brad Pitt che interpreta Scott Fitzgerald, colui che ha la “fortuna” di invecchiare al contrario: invece di diventare anziano insieme a quelli intorno a lui, egli torna sempre più giovane scoprendo che però non c’è nessuno che si possa prendere cura di lui.

A volte gli anziani sono gentili ed affabili, altre volte sono invece irascibili e scontrosi. E’ questo il caso di “Zia Angelina”, protagonista dell’omonimo film francese del 1990. Angelina è una vedova senza figli, irascibile, crudele e viziosa. Dopo essere rimasta sola, va a vivere con la famiglia del suo pronipote “preferito”. Lui e tutta la famiglia decidono di andare per tre settimane in vacanza in Grecia e lasciano Angelina alle cure di una giovane badante di nome Sandrine, la quale prima asseconda i vizi dell’anziana e poi le risponde tono su tono. Con un finale spettacolare, è un film da non perdere.