Tre cose che non sai del film “Rush”

RushRush racconta la storia della rivalità sportiva tra Niki Lauda, noto pilota austriaco classe ’49 e vincitore di 3 titoli mondiali (1975, 1977, 1984), e James Hunt, pilota britannico classe ’47 vincitore di un campionato di Formula 1 nel 1976 e deceduto prematuramente nel 1993.

Nello specifico, il film si concentra sull’incontro tra i due, avvenuto nei primi anni ’70 in Formula 3 e arriva fino al campionato del mondo vinto da Hunt.

Film assolutamente coinvolgente e di grande successo, come ogni pellicola (soprattutto se riferita al passato) presenta però delle incongruenze e delle curiosità che non tutti sanno.

Iniziamo da quando Lauda e Hunt si sfidarono in Formula 3 nel 1970, si dice che l’inglese corresse per la squadra di Alexander Hesketh. La realtà vuole che i due si conobbero solo nel 1972, prima delle ultime 3 gare del campionato di Formula 2 di quell’anno.

Una seconda imprecisione e curiosità riguarda l’auto che Lauda guidò nel corso del 1973. Nel film viene detto che si tratta di una 312 T, che però è l’auto con la quale lo stesso pilota austriaco vinse il campionato due anni dopo. La monoposto del 1973 è in realtà la 312 B3/74 .

L’ultima curiosità riguarda le gomme che sono utilizzate dalle monoposto del film: sono tutte marchiate Pirelli, il brand che attualmente si occupa della fornitura di pneumatici per la stagione attuale di Formula 1. La realtà, invece, vuole ad esempio che nella stagione 1976, quella del campionato vinto da Hunt, il fornitore principale fosse l’americana Goodyear, con due sole eccezioni: la nipponica Heroes Racing era gommata dalla locale Bridgestone e la Kojima (altra scuderia giapponese) era invece gommata dalla britannica Dunlop, che tornava quell’anno in Formula 1 dopo un’assenza di 6 stagioni.